Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Anche il danno potenziale giustifica il licenziamento.

Continua a leggere

Contro il collega violento si può reagire con lo sciopero.

Continua a leggere

Il giudicato sull’impugnativa di licenziamento non incide sulla domanda di risarcimento da mobbing.

Continua a leggere

La Cassazione sul cumulo tra indennità ex art. 18, co. 5 S.L. e indennità di preavviso.

Continua a leggere

Se le ferie vengono prese prima che si superi il periodo di comporto, il licenziamento è illegittimo.

Continua a leggere

Bancario infedele “incastrato” dalle telefonate.

Continua a leggere

L’uso strumentale di una querela giustifica il licenziamento.

Continua a leggere

Somministrazione irregolare: la regola ermeneutica di cui all’art. 80-bis del D.L. 34/2020 si applica anche all’art. 27 D.Lgs. 276/2003.

Continua a leggere

Pubblico impiego: legittimo il licenziamento anche se le assenze non registrate coincidono con l’orario della pausa pranzo.

Continua a leggere

Licenziato in tronco il primario anche se in pensione.

Continua a leggere

La sottile linea (bianca) di confine tra rivendicazione del diritto ad un salario equo ed insubordinazione: Cass. sent. n. 27713/2023.

Continua a leggere

Licenziato in tronco il dipendente goliardico che lancia pacche e fa apprezzamenti sul sedere della collega.

  Una mano sul fondoschiena o l'invito a mostrare il "sedere giovanile" non possono considerarsi comportamenti "rispettosi" della dignità di persona e della professionalità delle lavoratrici, e ciò indipendentemente dal significato che l'agente abbia inteso attribuire alla propria condotta - se abbia inteso dare una pacca sulla schiena o abbia invece mirato proprio a colpire il sedere, se abbia agito con intento goliardico, oppure con concupiscenza e malizia -, né, tantomeno, conta come le stesse dipendenti, vittime delle condotte contestate, abbiano valutato tali condotte e quale gravità le stesse abbiano attribuito. Simili comportamenti, specie se valutati in un contesto formale come quello lavorativo, assumono, invece, una connotazione fortemente mortificante della persona ed, inoltre, devono ritenersi contrari alle basilari norme della civile convivenza e dell'educazione.

Continua a leggere

Licenziamento del padre e riduzione del mantenimento.

Continua a leggere

Licenziabile il dirigente che complotta per sovvertire la governance della società.

Continua a leggere

Controlli sui lavoratori: pedinamento e digital forensics consentiti solo se si prova la preesistenza di un fondato sospetto.

Continua a leggere

Valida la comunicazione del licenziamento per compiuta giacenza

Continua a leggere

Postali: la gravità del reato di violenza sessuale giustifica il licenziamento anche se il fatto è risalente nel tempo.

Continua a leggere

Grava sul lavoratore assente per malattia l’onere di provare che le attività extralavorative non pregiudicano la guarigione.

Continua a leggere

Sanzionabile con il licenziamento chi dileggia i colleghi.

Continua a leggere

Nullità della sanzione disciplinare inflitta agli autoferrotranvieri.

Continua a leggere

Cerca nel sito