Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Portale Leila e aste giudiziarie. Il digitale che avanza…

digitale

 Si chiama Leila il portale delle aste giudiziarie telematiche nato da un progetto che ha coinvolti più paesi.

Si tratta di un motore di ricerca multilingue, con l'obiettivo di migliorare efficienza e competitività delle aste giudiziarie, trattandosi di un portale aggiornato comprendente i beni in vendita nelle aste giudiziarie a livello europeo.

Il progetto nasce in conseguenza della pandemia, in quanto le aste giudiziarie telematiche si sono rivelate strumenti fondamentali per garantire la continuità del funzionamento dei sistemi giudiziari esecutivi , un modo per evitare la diffusione dell'epidemia. Ed è così che nel giro di pochi anni è aumentato il numero di Stati membri del Consiglio d'Europa che hanno adottato questa tipologia di asta così come accertato da Cassa Forense.

Ad eccezione del nostro paese, gli stati utilizzano un portale sia per la pubblicità che per la gestione delle gare. L'offerente si registra sul canale per inviare la propria offerta e per partecipare all'asta.


I pagamenti si eseguono sempre in formato elettronico.

Si tratta di un settore abbastanza frammentato ecco perché lo scorso anno l'Unione europea ha messo in atto il progetto per la costruzione di un portale internazionale multilingue, chiamato Leila, per l'interconnessione dei portali dedicati alle aste giudiziarie di ben sette stati membri. 

Attraverso il portale sarà possibile effettuare ricerche delle aste sia on line che in presenza ma non potrà essere utilizzato per la sua gestione.

Lo strumento sarà inizialmente utilizzato collegandolo al portale delle vendite pubbliche italiano per aumentare competitività ed efficienza delle aste giudiziarie, fornire un unico multilingue ed aggiornato motore di ricerca dei beni in vendita nelle aste giudiziarie europee e mettere a disposizione degli interessati informazioni verificate e corrette.


Il portale sarà gratuito e gli utenti selezionando la propria lingua potranno avvalersi dei criteri di ricerca disponibili.

La ricerca sarà poi visualizzata su una mappa nel caso di immobili ed anche sulla base dei beni. Assunte le necessarie informazioni sulla partecipazione all'asta, in caso di interesse l'utente sarà reindirizzato al portale nazionale per continuare e presentare eventualmente l'offerta. Tanto ancora il lavoro da fare come l'armonizzazione delle norme nazionali,  ad esempio con delle Linee guida rivolte agli stati o un codice globale e un metodo internazionale uniforme per l'identificazione elettronica dell'offerente.

Avanti tutta nell'era del digitale!

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Divieto assistenza legale in favore di un coniuge:...
La responsabilità penale degli Enti

Cerca nel sito