Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Scuole: sensibilizzate per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Imagoeconomica_1532419

25 novembre: giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

In virtù dell'art. 1 della "Dichiarazione sull'eliminazione della violenza contro le donne", emanata dall'Assemblea Generale con la risoluzione n.48/104 del 20 dicembre 1993, la violenza contro le donne è "ogni atto di violenza fondata sul genere che abbia come risultato, o che possa probabilmente avere come risultato, un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, che avvenga nella vita pubblica o privata". Nel 2011 il Consiglio d'Europa ha adottato la Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Per sensibilizzare l'opinione pubblica su detto tema, il giorno 25 novembre verrà celebrata la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Si tratta di una ricorrenza che è stata istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la risoluzione n. 54/134 del 17 dicembre 1999. Per questo giorno, l'Onu invita tutti gli Stati a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne, soprattutto in ambito scolastico ed educativo. Con l'istituzione di questa ricorrenza si vuole ricordare che in generale tutti gli abusi costituiscono:

  • una violazione dei diritti umani,
  • un impedimento del principio di uguaglianza,
  • un ostacolo alla formazione di una coscienza personale e sociale fondata sul rispetto della persona umana.


Il ruolo delle scuole nella prevenzione dei fenomeni di violenza

Un ruolo centrale per prevenire questi fenomeni è stato attribuito alle scuole dall'art. 14 della predetta Convenzione di Instabul. In ossequio a tale disposizione, la scuola italiana è impegnata a promuovere e a realizzare quelle attività dirette a superare i pregiudizi e a contrastare ogni forma di violenza e di discriminazione. Lo scopo di tali attività è quello di co-educare le nuove generazioni alla cultura del rispetto, ricercando la promozione della personalità umana di ciascuno.

Per i su indicati obiettivi, il Miur con circolare del 19 novembre scorso, invita tutte le istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione a organizzare spazi didattici di approfondimento sui temi connessi alla Giornata del 25, ponendo particolare attenzione al tema del rispetto, anche con riferimento all'articolo 3 della Costituzione.

In buona sostanza, l'invito è esteso a tutti gli studenti di ogni grado di istruzione, i quali dovranno realizzare opere o attività (opere grafiche, video, foto, flash-mob, etc…) aventi ad oggetto la ricorrenza in esame. La finalità è quella di sensibilizzare, riflettere, prevenire e contrastare ogni forma di violenza e di discriminazione, anche in linea con le finalità della Campagna UNiTE 2021 del Segretario generale delle Nazioni Unite dal titolo "Orange the World: End violence against women now!". Per consentire il perseguimento di detti obiettivi, il Miur mette a disposizione la piattaforma www.noisiamopari.it

Su tale piattaforma, sarà possibile consultare strumenti informativi, di scambio e di supporto, nonché le esperienze delle scuole sul tema delle pari opportunità. Tutte le opere realizzate dalle scuole saranno condivise sui social, taggando i profili del Ministero e usando gli hashtag #25novembre, #giornatacontrolaviolenzasulledonne, #stopallaviolenzasulledonne, #noisiamopari, che il Ministero stesso utilizzerà. La sensibilizzazione non è limitata all'ambito scolastico in quanto il Ministero intende sensibilizzare sia il personale dell'Amministrazione che la cittadinanza. Per tale motivo:

  • dal pomeriggio del 24 novembre e per tutta la Giornata del 25, la facciata del Palazzo dell'Istruzione, in Viale Trastevere, a Roma, sarà illuminata di rosso,
  • nella mattinata del 25 ci sarà un flash-mob, organizzato in collaborazione con l'Istituto di Istruzione Superiore Statale Cine-tv Roberto Rossellini e saranno distribuiti fiocchi rossi al personale amministrativo;
  • all'interno del Ministero sarà allestita una mostra con i lavori degli studenti partecipanti al Concorso nazionale "Il Nuovo Codice Rosso - Prevenzione e contrasto alla violenza di genere", promosso dal Ministero dell'Istruzione e dal Ministero della Giustizia.

Maggiori info sono reperibili su https://www.miur.gov.it/documents/20182/5385739/m_pi.AOODPPR.REGISTRO+UFFICIALE%28U%29.0001267.19-11-2021.pdf/f17ea762-281a-5c81-8427-a8614947caea?t=1637333161366. 

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Il provvedimento di revisione della patente non ha...
La scelta del condomìnio di procedere alla deratti...