Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Scuola estiva “Dante per la scuola. Percorsi di innovazione didattica”: un'opportunità per docenti

Imagoeconomica_1470564

Su impulso del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri,, la Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l'internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell'Istruzione e le Università degli Studi di Napoli "Federico II", Siena e Verona hanno indetto la Scuola estiva, dal carattere nazionale, intitolata "Dante per la scuola. Percorsi di innovazione didattica". Detta scuola è finalizzata a costruire dei percorsi didattici interdisciplinari per la scuola secondaria di secondo grado, nel rispetto delle Indicazioni nazionali per i Licei, delle Linee Guida per gli Istituti tecnici e professionali, offrendo ai docenti ammessi:

  • momenti di ricerca culturale e didattica, nonché di approfondimento di contenuti in diversi ambiti disciplinari;
  • un'adeguata competenza metodologica su nuove possibili modalità di insegnamento/apprendimento di Dante;
  • la possibilità di valorizzare la loro professionalità attraverso la progettazione di esempi di percorsi didattici e unità di apprendimento interdisciplinari, nonché la condivisione di materiali prodotti anche attraverso la formazione a distanza;
  • un rinnovamento dell'insegnamento/apprendimento della Lingua e della Letteratura italiana, in particolare quella medievale, attraverso pratiche di didattica per competenze, didattica attiva e laboratoriale, didattica digitale integrata, in stretta collaborazione tra scuola, università, ricerca.

Ma vediamo nel dettaglio i requisiti di ammissione a detta Scuola e gli argomenti di approfondimento che saranno trattati. 

Requisiti di ammissione, valutazione e termini per la presentazione della domanda

Saranno ammessi alla Scuola estiva in questione i docenti della scuola secondaria di secondo grado abilitati nelle classi di concorso:

  • A 11 Discipline letterarie e latino;
  • A 12 Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado;
  • A 13 Discipline letterarie, latino e greco.

La Scuola estiva si svolgerà nelle [...] città di Napoli, Siena e Verona e in tre periodi dell'estate 2021. Il numero dei posti gratuiti previsti per la Scuola estiva è di 90 posti su base nazionale, ripartiti in 30 posti per ciascuna delle tre sedi. Qualora le domande di ammissione saranno di numero uguale o inferiore a 30 posti per ciascuna delle tre sedi, la valutazione e la selezione non avranno luogo e si procederà direttamente alla chiamata dei concorrenti per l'iscrizione. Nell'ipotesi in cui il numero delle domande sarà superiore, si procederà a valutare la domanda di ciascun candidato e verrà formata un graduatoria di merito fino al numero massimo di 90 persone da ripartire nelle tre sedi della Scuola estiva. Per la formazione di detta graduatoria la priorità verrà data, tenendo conto del possesso:

  • dell'abilitazione all'insegnamento e del periodo di insegnamento esclusivamente nelle classi di concorso A11 - A12 – A13;
  • della lettera di motivazione nella quale i docenti indicheranno le ragioni della loro richiesta di ammissione;
  • del curriculum vitae dei docenti.

Verranno ammessi all'iscrizione i candidati utilmente collocati in graduatoria. A parità di merito fra candidati risultati idonei sarà ammesso il più giovane d'età. In caso di rinuncia verranno ammessi i candidati che seguiranno nella graduatoria di merito. In tal senso si darà corso alle sostituzioni fino al 30 giugno 2021.

La domanda di ammissione dovrà essere presentata entro e non oltre il giorno 6 giugno 2021 esclusivamente online tramite il modulo presente all'indirizzo: http://www.danteperlascuola.it. Dopo la suddetta data non sarà più possibile inoltrare domanda alla Scuola estiva. Altre forme di presentazione della domanda non sono previste.

La Scuola estiva e gli argomenti di approfondimento

La scuola ha l'obiettivo di approfondire tre macroaree in ambito scientifico e didattico quali:

  • Dante e le culture classiche;
  • Dante e le culture del suo tempo;
  • Dante e le culture del contemporaneo.

L'approfondimento di queste macroaree sarà organizzato attraverso sessioni di lavoro nel corso delle quali:

  • studiosi di diversi ambiti disciplinari e con una spiccata curvatura didattica svolgeranno relazioni scientifiche;
  • esperti per le attività di progettazione didattica, visite guidate presso istituzioni, biblioteche, siti di interesse dantesco condurranno laboratori didattici.

Maggiori informazioni sono reperibili su https://www.miur.gov.it/documents/20182/5385739/Allegato+1+Bando+Scuola+estiva-signed.pdf/adfc5853-629c-1998-179d-eb8bde33ce10?version=1.0&t=1621844285614. 

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

In presenza di nomina del commissario ad acta, l'a...
Rifiuti, Gurrieri mette in mora SRR e Regione: "Ba...