Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Prestazioni assistenziali straordinarie per emergenza Covid-19 periodo 1/11/2020-30/04/2021

cassa_forense

Visto il protrarsi dello stato emergenziale e considerato l'elevato numero di contagi a causa del virus Sars-Cov-2, il Consiglio di amministrazione della Cassa forense ha previsto una nuova erogazione della prestazione assistenziale straordinaria in favore degli iscritti in caso di contagio, nel periodo compreso tra il 1° novembre 2020 e il 30 aprile 2021, non oggetto di indennizzo in forza di precedenti misure assistenziali.

Vediamo nel dettaglio tale misura.

Oggetto della prestazione straordinaria

L'erogazione della prestazione assistenziale straordinaria di cui si discorre prevede un contributo nella misura di:

  • 4.000 ai superstiti dell'iscritto per i decessi avvenuti fino al 31/1/2021;
  • 4.000 ai superstiti dell'iscritto per i decessi avvenuti dal 1°/2/2021 al 30/4/2021 che non abbiano titolo a godere della copertura assicurativa caso morte garantita da Cassa Forense, tramite EMAPI (iscritti ultra 75enni);
  • 3.000 in caso di ricovero ospedaliero dell'iscritto in reparto di terapia intensiva;
  • 1.500 in caso di ricovero ospedaliero dell'iscritto della durata di almeno 7 giorni senza terapia intensiva.

Per le predette misure è stato stanziato un importo di un milione di euro.

È stato, inoltre, previsto un contributo di € 1.000 in caso di isolamento sanitario obbligatorio dell'iscritto, determinato da infezione da Sars- Cov-2, della durata di almeno 21 giorni certificati dal medico curante o dal Servizio Sanitario Nazionale e accompagnato da autocertificazione circa l'impossibilità a svolgere l'attività professionale nell'intero periodo di isolamento.

Per quest'ultima misura è stato stanziato, invece, un importo pari a due milioni di euro.

Tutte le misure sopra indicate non sono cumulabili tra loro, né con le misure tipiche previste dal vigente Regolamento dell'Assistenza.

Termine e modalità di presentazione delle domande

Le domande:

  • potranno essere presentate a partire dal 15 aprile 2021 e sino al 30 giugno 2021;
  • dovranno essere inoltrate attraverso la procedura telematica, accedendo dall'area personale, "accesso riservato", disponibile sul sito della Cassa forense per ciascun iscritto;
  • potranno essere presentate solo per contagi certificati entro il 30 aprile 2021.

Non verranno prese in considerazione le domande inviate prima del 15 aprile 2021 in forma diversa dalla modalità on line indicata. Solo nell'ipotesi di decesso degli iscritti a causa della patologia Covid-19, è ammesso l'invio delle domande cartacee da parte dei superstiti. 

Requisiti per usufruire delle misure straordinarie

Per poter usufruire delle misure straordinarie in esame, occorre il requisito della regolarità contributiva da parte degli iscritti. Ove questo fosse mancante, sarà possibile, unitamente alla domanda per ottenere i contributi su indicati,

  • o presentare richiesta di regolarizzazione spontanea ai sensi dell'art. 76 Regolamento unico previdenza forense. Tale richiesta consente un abbattimento delle sanzioni previste nella misura del 50% e la possibilità di regolarizzare attraverso il pagamento in un'unica soluzione o in forma rateale. In quest'ultimo caso sarà sufficiente i) collegarsi al sito www.cassaforense.it – "Accessi riservati - istanze on line – " e cliccare su "Rateazione su procedura sanzionatoria", ii) effettuare il versamento in acconto di almeno il 20% delle somme dovute con sanzioni ridotte;
  • o aderire ad accertamenti già avviati dalla Cassa (art. 75 Regolamento unico previdenza forense), mediante versamento diretto degli importi dovuti nei modi ed entro i termini comunicati dalla Cassa, con riduzione di un terzo della sanzione.

Maggiori informazioni sono reperibili su https://www.cassaforense.it/cronache-emergenza-coronavirus/comunicato-agli-iscritti-prestazioni-assistenziali-straordinarie-covid-19-2021/ 

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Contributo unificato: quando e come chiedere il ri...
Don Luigi Sturzo, “Liberi e Forti”. Per una nuova...