Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Rifiuti, Gurrieri mette in mora SRR e Regione: "Basta, atti a Procura. E a Cittadini: "Responsabilità"

Screenshot_20210524-141449_Facebook

Detto, fatto. Piero Gurrieri, qualche giorno fa, aveva promesso che non avrebbe fatto sconti a nessuno sulla questione rifiuti, e stamane ha scelto Palazzo dell'Aquila, la sede Municipale del Capoluogo Ibleo, e del sindaco Cassi che è anche presidente della SRR, per denunciare ancora una volta l'inammissibile situazione di un territorio tenuto in ostaggio da quella che ha definito "malapolitica". Un mix di insipienza, incapacità, lontananza dai problemi dei cittadini. Cinque minuti appena con un video pubblicato nella propria bacheca e che qui mostriamo, accompagnandolo da altre dichiarazioni apparse in un successivo comunicato stampa.

"La SRR e la Giunta di Governo della Regione non possono lasciare allo sbando i dodici Comuni Iblei, devono smetterla di giocare a rimpiattino e intervenire subito". Piero Gurrieri, candidato sindaco a Vittoria per il MoVimento 5 Stelle e Città libera, interviene nuovamente sul disastro rifiuti e sta interessando anche la propria Città. "Il sindaco di Ragusa Cassì" - dice l'avvocato Gurrieri - nella propria qualità di presidente del Cda della SRR, aveva assicurato ai Sindaci che, subito dopo la raccolta di un primo quantitativo di rifiuti pari a 200 tonnellate, che sarebbero stati allocati presso la discarica di Gela - la bonifica del territorio sarebbe stata completata con il conferimento ad altra discarica, quella di Tremonzelli, così da consentire la fuoriuscita dall'emergenza, nella prospettiva di una pianificazione e di soluzioni che potessero evitare il disastro ambientale che abbiamo vissuto in questi giorni"."Dopo una prima e parziale raccolta che tra la serata di ieri, domenica 23 maggio, e stamane, ha consentito di rimuovere dal nostro territorio cittadino le 40 tonnellate di rifiuti secondo la ripartizione della SRR" - continua Gurrieri - "non si muova foglia, e tutto tace. Dalle informazioni in mio possesso, nulla è stato comunicato riguardo il conferimento a Tremonzelli o in altri siti, come se tutto fosse stato superato, ed invece superato non è".Del doman non v'è certezza, scriveva Lorenzo de' Medici, detto il Magnifico, in occasione del Carnevale fiorentino del 1490, e in effetti è esattamente ciò che stanno vivendo i Vittoriesi e i Cittadini iblei che, ironia della sorte, sono rappresentati al Governo della Regione da una loro conterranea, l'assessore ai Rifiuti Daniela Baglieri, cittadina di Comiso"

Piero Gurrieri, che ieri l'altro aveva duramente attaccato il Sindaco di Ragusa per difendere la sua Città, Vittoria, sbotta: "Se tutto questo non fosse tragico, sarebbe comico! Vittoria è tuttora invasa dai rifiuti, e con le alte temperature di questi giorni è più che reale il rischio infezioni, degrado ambientale a parte" - continua Gurrieri, che prosegue: "Il Sindaco di Ragusa e presidente della SRR, piuttosto che suggerire soluzioni, ha preferito ieri l'altro lanciarsi in un inspiegabile attacco agli altri Comuni, tra i quali anche Vittoria, ed io l'ho ripreso, non per una posizione campanilistica, per difendere cioè la mia Città che non ha alcuna colpa ed è semmai vittima della malapolitica, ma perché lui non può permettersi di giocare a rimpiattino, prendendo ce l'ha con gli altri per nascondere le responsabilità sue e del Governo Musumeci che politicamente sostiene"."

"Ai miei Concittadini, che a meno di miracoli dell'ultima ora, anche questa sera non potranno esporre l'indifferenziato, rivolgo un appello alla responsabilità, perché non sia aggiunto disastro a disastro. Ma sia chiaro che non rimarremo inerti ancora oltre, e se la SRR e il Governo regionale non daranno ai Sindaci soluzioni certe ed immediate, siamo prontissimi ad esporre alla magistratura quanto sta accadendo, con i pericoli potenziali alla salute pubblica causati dalle loro inadempienze, perché la misura è davvero

Gurrieri, responsabilmente, se la prende con le istituzioni che dovrebbero servire il territorio e farlo efficacemente, ma ha parole dure anche contro quelli che chiama i "distruttori" e rivolge un appello alla responsabilità dei Vittoriesi: "Ai miei Concittadini, che a meno di miracoli dell'ultima ora, anche questa sera non potranno esporre l'indifferenziato, rivolgo un appello alla responsabilità, perché non sia aggiunto disastro a disastro. So, sappiamo tutti che stiamo partendo colpe di altri, ma non per questo dobbiamo disattendere le regole, con condotte che, seppure opera di minoranze, sono e rimangono inqualificabili e distruttive", dice, per poi aggiungere: "Ma sia chiaro che non rimarremo inerti ancora oltre, e se la SRR e il Governo regionale non daranno ai Sindaci soluzioni certe ed immediate, siamo prontissimi ad esporre alla magistratura quanto sta accadendo, con i pericoli potenziali alla salute pubblica causati dalle loro inadempienze, perché la misura è davvero colma".

Un appello importante e corretto, che bisogna sperare che non cada nel vuoto!

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Scuola estiva “Dante per la scuola. Percorsi di in...
Oneri condominiali: responsabilità tra vecchio e n...