WhatsApp-Image-2022-05-12-at-15.07.02

 La sua storia è impressionante. Da anni è minacciato dai mafiosi, che per intimidirlo sono arrivati a massacrare il suo cane, costringendolo ad ingoiare frammenti di vetro. Poi gli hanno mandato a casa proiettili, hanno dato fuoco a veicoli di lavoro. Tutto inutile, perchè Natale non si è piegato. Come Libero Grassi, ha detto io non vi pagherò mai alcun pizzo.

 Un uomo coraggioso, che poco fa ha annunciato l'apertura di un ristorante a Carini. "Mi sono rimboccato le maniche con una sola certezza: combattere per cercare di recuperare quello che mi era stato tolto" ha detto. "Pian piano, tassello dopo tassello, mi sono rimesso in piedi".


Ed alcuni giorni fa, in occasione della sua festa di compleanno, anche Chiara Ferragni e Fedez sono andati a manifestargli solidarietà, trovando come gradita sorpresa una sontuosa cassata siciliana.

 Un modo per sostenerlo, per stargli vicino.

Questa è l'Italia che merita di emergere, quella di uomini con la schiena dritta, come Natale, rinato dalle ceneri del ricatto e del cancro mafioso.
Solo applausi, e un grazie per il Tuo splendido esempio ❤